Kindle in arrivo

Libri e Kindle
Finalmente il Kindle sarà distribuito anche in Italia. Con un comunicato ufficiale, Amazon ha annunciato ieri la dimuzione del prezzo di Kindle, che ora raggiunge 279 dollari, e la sua massiccia commercializzazione in oltre 100 Paesi.
Il dispositivo elettronico ha conquistato in questi anni l’intero pubblico consumer e i dirigenti Amazon hanno deciso di estendere la sua disponibilità anche a parte dell’Europa e alla Cina. La scelta è soprattutto dovuta all’ingresso di altri concorrenti, uno tra tutti Sony, nel segmento degli ebook reader.
Kindle è già disponibile per prenotazioni, ma l’avvio della distribuzione partirà il prossimo 19 ottobre. Il modello commercializzato in Italia avrà uno schermo da 6 pollici (con 16 toni di grigio) e connessione 3G. Tutti gli italiani interessati potranno acquistare Kindle al prezzo di 279 dollari, aggiungendo 20 dollari circa per spese di spedizione e 72 dollari per imposte doganali. Al cambio, dunque, Kindle avrà un costo di 200-250 euro. In USA, il libro elettronico ha visto una diminuzione del suo prezzo di circa 50 dollari, da 299 a 259 dollari.
[Fonte, NotebookItalia]
Il modello internazionale sarà disponibile da lunedì prossimo e potrà funzionare in oltre 100 paesi. Attualmente Kindle può scaricare libri e quotidiani elettronici connettendosi a Internet senza fili, ma all’estero è possibile farlo soltanto connettendosi alla rete con un cavo usb. Il lettore internazionale sfrutterà ora il network globale di At&t per allacciarsi a Internet in modalità wi-fi in tutto il mondo. Ci sono tuttavia dei limiti: la maggior parte dei libri venduti sul lettore internazionale saranno scritti in lingua inglese, e il numero di titoli è inferiore a quello disponibile negli Stati Uniti. In America i lettori possono scegliere tra circa 355.000 titoli, mentre nel resto del mondo per ora non ne avranno oltre 200.000. L’amministratore delegato di Amazon Jeff Bezos ha detto che la società di Seattle può permettersi di ridurre il prezzo del Kindle negli Stati Uniti grazie all’ottima performance nelle vendite. Amazon non ha tuttavia diffuso i dati sulle vendite di Kindle, nonostante Bezos lo abbia definito il prodotto più venduto per la società. Secondo uno studio pubblicato oggi da Forrester Research, nel 2009 si venderanno complessivamente 3 milioni di e-reader, di cui il 60% è rappresentato dai prodotti di Amazon. I lettori Sony, con il 35% del mercato, sono i concorrenti più importanti per il Kindle, ma anche società minori si stanno muovendo per ricavarsi nicchie di vendite preziose. L’associazione degli editori americana ha detto che le vendite di libri elettronici non sono andate oltre l’1,6% delle vendite complessive di libri nella prima parte di quest’anno. Il mercato sta però crescendo rapidamente: nei primi sei mesi del 2008 erano stati venduti 29,8 milioni di e-book, mentre da gennaio a giugno di quest’anno ne sono stati venduti 81,5 milioni. Bezos ha detto che Amazon vende 48 libri per Kindle su ogni 100 libri cartacei. Solo cinque mesi fa il rapporto era di 35 su 100. “Penso che finiremo per vender più libri in versione Kindle che in versione cartacea”, ha detto. [Fonte apcom]

Rispondi